SEO sta per “Search Engine Optimizzation” ossia ottimizzazione per i motori di ricerca”. In termini semplici, significa il processo di miglioramento del tuo sito per aumentarne la visibilità quando le persone cercano prodotti o servizi relativi al tuo business su Google, Bing e altri motori di ricerca. Più visibili sono le tue pagine nei risultati della ricerca, maggiori sono le possibilità di ottenere attenzione e di attirare potenziali e clienti esistenti verso il tuo business.

Come funziona la SEO?

I motori di ricerca come Google e Bing utilizzano dei bot (dei computer) per eseguire il crawling delle pagine su Internet, passando da un sito all’altro e raccogliendo informazioni su quelle pagine per inserirle in un indice. Pensa all’indice come una grande biblioteca in cui un bibliotecario può richiamare un libro (o una pagina web) per aiutarti a trovare esattamente ciò di cui hai bisogno al momento.

Successivamente, gli algoritmi analizzano le pagine nell’indice, tenendo conto di centinaia di fattori di classificazione o segnali, per determinare l’ordine in cui le pagine dovrebbero apparire nei risultati della ricerca per una determinata query. Nella nostra analogia della biblioteca, il bibliotecario ha letto ogni singolo libro nella biblioteca e può dirti esattamente quale libro avrà le risposte alle tue domande.

I fattori di successo della SEO

La SEO sta diventando sempre più importante nel digital marketing proprio perchè consente di migliorare il posizionamento di una singola pagina o di un intero sito I bot di ricerca infatti stimano esattamente quanto bene un sito web o una pagina web possano fornire all’utente ciò che sta cercando. A differenza degli annunci a pagamento, non puoi pagare i motori di ricerca per ottenere posizioni di ricerca organiche più alte, il che significa che gli esperti di SEO devono mettersi al loro lavoro per ottenere un risultato. Ecco dove entriamo in gioco noi.

Ma la SEO non è un insieme di trucchetti che possono migliorare artificialmente un risultato sfruttando glitch o uno sviluppo ancora non perfetto dei motori di ricerca. Ma queste tecniche esistono e sono chiamate Black Hat SEO. Tecniche che potevano essere sufficienti per garantire una classifica alta, quando i metodi dei motori erano molto meno sofisticati. E potrebbero ancora funzionare per un breve periodo di tempo, almeno fino a quando non vieni scoperto.

Come funziona la SEO?

Gli algoritmi di ricerca sono quindi progettati per mettere in evidenza le pagine pertinenti e autorevoli e fornire agli utenti un’esperienza di ricerca efficiente. L’ottimizzazione del tuo sito e dei tuoi contenuti tenendo conto di questi fattori può aiutare le tue pagine a classificarsi meglio nei risultati della ricerca.

La domanda da porsi è quindi questa. Il mio sito porta davvero valore aggiunto alla rete? I miei contributi sono sufficientemente esplicativi e sono una risorsa per un utente  che sta navigando. E in ultimo, ma non meno importante, il sito è facilmente navigabile, l’esperienza dell’utente è buona oppure così così. Tutti elementi che sempre più i motori di ricerca attueranno stilare la loro classifica.

Perché fare SEO è importante per il marketing?

La SEO è una parte fondamentale del digital marketing perché le persone effettuano ogni anno trilioni di ricerche, spesso con un intento commerciale per trovare informazioni su prodotti e servizi. La ricerca è spesso la principale fonte di traffico digitale per marchi e si integra con altri canali di marketing.

Una maggiore visibilità e una posizione più alta nei risultati della ricerca rispetto ai tuoi concorrenti possono avere un impatto significativo sul bilancio finale di una azienda. Tuttavia, i risultati della ricerca sono stati in evoluzione negli ultimi anni per fornire agli utenti risposte più dirette e informazioni che hanno maggiori probabilità di mantenere gli utenti nella pagina dei risultati anziché guidarli verso altri siti Web.

Quali sono i fattori di successo della SEO?

Difficile dare una risposta esaustiva e completa. I motori di ricerca sono in continua evoluzione ed è necessario restare al passo per cercare di capire cosa, ad esempio Google, sta facendo nel modificare il suo algoritmo per aggiornare le proprie strategie. In generale comunque i fattori di successo della SEO sono:

  • La qualità del contenuto: se il contenuto offerto dal sito è di valore questo avrà maggiori probabilità di posizionarsi più in alto nella SERP-
  • La reputazione del sito: e per questo serve tempo, non si costruisce una reputazione in poche settimane. Si possono anche utilizzare strategie alternative off page per migliorare la brand awareness e favorire così maggiori ricerche specifiche brandizzate (es “Arredi di Sala Schiaretti“)
  • La pertinenza del contenuto per gli utenti: ciò che è importante infatti è scrivere contenuti di aspetti che interessino all’utente. La prospettiva va specchiata, non si scrive per raccontare l’azienda, si scrive e si pubblica per offrire un servizio (una informazione gratuita) ad un potenziale cliente
  •  La costante aggiunta di nuovi contenuti: la costanza nella pubblicazione è una aspetto importante. Da un doppio segnale al motore di ricerca, da una parte che è un sito attivo, aggiornato e che probabilmente quel contenuto è più valido di uno simile ma pubblicato 10 anni prima
  • La costante ottimizzazione dei contenuti esistenti: Una volta scritto e costruito un contenuto è importante valutarne punti fragili e punti di debolezza. E’ opportuno ogni tanto anche fare qualche piccolo aggiornamento, per mantenere l’articolo fresco e attuale
  •  L’utilizzo di strategie di link building efficaci: l’utilizzo di link build interna è fondamentale. Aiuta a capire al bot per quale parola chiave posizionare quella pagina. Inoltre è di grande utilità per l’utente che può saltare da una pagina all’altra per approfondire. Ci sono altre tecniche di link building che non sono approvate da Google stessa e in questo articolo le tralasciamo
  • L’utilizzo di strumenti di analisi per monitorare i progressi:  non c’è innovazione se non c’è ricerca e sviluppo, così nella vita, così sul proprio sito internet. Avere strumenti analitici che ti consentano di misurare se stai facendo bene, cosa stai facendo bene e soprattutto cosa invece non sembra funzionale sono aspetti fondamentali per una SEO che possa dirsi strategica, scientifica e orientata dai dati.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

I vantaggi della SEO sono molteplici, primo fra tutti è quello che, un buon posizionamento per parole chiave profittevoli significativamente aumenta il numero di lead e può quindi generare un aumento costante del fatturato. Gli svantaggi riguardano principalmente i tempi, lunghi per il posizionamento di una buona pagina, e lunghi nella scrittura e realizzazione dei contenuti. Per questo le attività di copy collegate alla SEO sono spesso affidate ad agenzie esterne.

Nella nostra esperienza la SEO è sicuramente risultata una delle tecniche più utilizzate e con il rapporto costo/beneficio migliore. Ma non è una magia e offre certezze sul processo, non sul risultato. Quelli che promettono “i primi posti garantiti su Google”…non sanno cosa sia la SEO.